Il significato dei sette Chakra | Riflessologo Firenze

Riflessologia plantare

I sette chakra: nomi, significato, colori


CHAKRA tradotto significa RUOTA, questo perche’ il suo cono frontale ne ha l’aspetto. Questo cono e’ formato dall’intreccio dei nostri flussi energetici. I CHAKRA sono l’anello che ci unisce al mondo energetico, essi ci permettono di mantenere un equilibrio fisico, mentale e spirituale, potremmo definire i Chakra come i centri nervosi dei nostri corpi sottili, formando cosi’ nostro corpo aurico.

Sono 7 i piu’ conosciuti ogni Chakra e’ doppio vale a dire che ha un cono anteriore e uno posteriore al nostro corpo.
La parte anteriore corrisponde all’emotivita’ della persona,l a posteriore la volonta’. L’unica differenza e’ nel primo e nel settimo che sono rivolti uno verso il basso altro verso alto,per qualcuno come se fossero un unico Chakra prolungato.
.
1°MULADHARA
Si localizza alla base della colonna vertebrale,i l suo colore e’ il rosso
, uno squilibrio del 1°Chakra porta ad una incapacita’ di manifestare con determinazione la propria presenza e i propri bisogni. Sul piano fisico lo squilibrio interessa, ossa, reni, retto, ano, arti inferiori, organi genitali esterni, scarsa energia vitale, debolezza alle gambe e stipsi.
.
2°SVADISHATANA
Si localizza tra la terza e la quinta vertebra lombare, il suo colore e’ l’arancio, il suo squilibrio si manifesta con problematiche di tipo sessuale e nell’orgasmo,disturbi al basso ventre,infiammazzioni, disturbi ai reni e vescica, colonna lombare. La carenza energetica del 2°Chakra si manifesta con rigidita’ del corpo e del comportamento,paura del sesso, negazione del piacere,mancanza di desiderio. l’eecesso si manifesta nell’esibizionismo sessuale.ossessione del sesso del piacere, nelle emozioni eccessivamnete forti.
.
3°MANIPURA
Si localizza tra l’undicesima e la dodicesima vertebra toracica, il suo colore e’ il giallo, il suo squilibrio si manifesta con la difficolta’ digestiva, bruciori di stomaco, ulcere gastriche, alitosi, diabete, malattie sistema immunitario, ansia, nervosismo, egoismo, anoressia e bulimia. La carenza del 3°Chakra si manifesta con volonta’ debole, persone facilmete manipolabile, non portsa in fondo propri progetti, scarsa autostima, fredda emotivamente.L’eccesso si manifesta con eccessiva aggressivita’, soggetto dominante controllo sugli altri, sempre in ricerca di posizione di potere.
.
4°ANAHATA
Si localizza tra la quarta e la sesta vertebra toracica, il suo colore e’ il verde, il suo squiilibrio si manifesta con problematiche cardiocircolatorie, ipertensione, aritmie, sensazione di mondo ostile, gelosia e difficoltà’ di perdonare. La carenza del 4°Chakra si manifesta con un soggetto antisociale, persona fredda, critica, che da giudizi,paura delle relazioni, persona mancata empatia. L’eccesso si manifesta con gelosia,soggetto si sacrifica eccessivamente, tendenza attaccamento eccessivo.

.
5°VISHUDDA
Si localizza tra la quarta e quinta vertebra cervicale,il suo colore e’ il blu, il suo squilibrio si manifesta con le patologie della gola, tiroide, orecchi,bronchi, polmoni,cervicali, difficoltà’ nella comunicazione verbale,senso di soffocamento. La carenza del 5°Chakra si evidenzia dal timore di parlare, voce sottile e debole, persona timida, introversa. L’eccesso si manifesta in persona logorroica,incapace di ascoltare, voce dominante e tende ad interrompere.
.
6°AJINA
Si localizza tra le sopracciglia conosciuto come TERZO OCCHIO, il suo colore e’ l’indaco, il suo squilibrio si evidenzia con epilessia, labirintite,confusione mentale, indecisione, pensieri circolari, insicurezza .La carenza del 6°Chakra  si manifesta da una mancanza di sensibilita’ e immaginazione, difficolta’ di vedere un futuro o ad immaginarlo. L’eccesso si manifesta con ossessioni, difficolta’ di concentrazione, incubi e allucinazioni
.
7°SAHASRARA
E localizzato sulla sommita’ del capo, il suo colore e’ il viola, il suo squilibrio si manifesta con disturbi del cervello e del occhio destro. La carenza del 5°Chakra si manifesta con l’uso eccessivo della mente, confusione.
.
LEGGI ANCHE
Chakra (/ˈtʃakra/), adattamento occidentale del termine sanscrito traslitterato come cakra (in scrittura devanāgarī चक्र)[1], indica una “ruota”, un “disco” o un “cerchio”[2].
Il suo significato nelle tradizioni religiose dell’India va a coprire due ambiti principali[3]:

  • quello di un “cerchio” o di un “diagramma” mistico, nozione sovrapponibile a quello dello yantra o del maṇḍala[4];
  • quello inerente allo yoga e alla medicina ayurvedica traendo origine dalle tradizioni tantriche, sia dell’induismo sia del buddhismo; nell’accezione più comune è usualmente reso anche con “centro”,[5] per indicare quegli elementi del corpo sottile nei quali è ritenuta risiedere latente l’energia divina.[6][7]

Il chakra è anche uno degli attributi di Viṣṇu: si tratta di un disco che egli usualmente stringe in una delle mani e rappresenta il potere divino. Variamente raffigurato, con raggi o fiamme che ne fuoriescono, è attributo anche di altre divinità, come Durgā e Skanda, per esempio. Il chakra di Viṣṇu, detto anche Sudarśana (“bello a vedersi”), è altresì oggetto di culto, al punto di essere spesso personificato col nome di Chakrapurusha.
Fonte: https://it.wikipedia.org/wiki/Chakra

Per fissare un appuntamento o chiedere informazioni
Micheli Walter – Riflessologo – Firenze

È possibile contattare il recapito telefonico 3348483831 o compilare il form contatti sottostante per richiedere informazioni o prenotare una seduta.
.

Ai sensi del Decreto Legislativo n. 196/2003 La informiamo che i dati personali che ha appena inserito saranno trattati nel pieno rispetto di tale legge. Selezionando "Acconsento" esprime il consenso alla raccolta ed al trattamento dei dati personali da parte di riflessologiaplantarefirenze.com Prima di procedere leggere attentamente la nostra privacy policy.
 

 

CHIUDI
CHIUDI